Sign in / Join

Lo Schaeuble della Germania sollecita nuove regole bancarie dopo la crisi italiana

Ⓒ AFP – JOHN THYS – | Ministro del Commercio Bruno Le Maire (L) saluta il ministro tedesco della finanza Wolfgang Schaeuble durante una riunione dell’Eurogruppo il 10 luglio 2017 a Bruxelles

Il ministro tedesco della finanza Wolfgang Schaeuble ha avvertito lunedì che le regole bancarie della zona euro hanno richiesto la riforma, tra le critiche che le recenti salvataggi delle banche italiane non hanno tenuto conto delle lezioni della crisi finanziaria.

I regolatori europei sono stati accesi per consentire a Roma di utilizzare il denaro dei contribuenti per salvare due piccole banche italiane, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

L’operazione approvata dall’UE potrebbe costare lo Stato italiano a 17 miliardi di euro (19 miliardi di dollari).

“Alla luce degli eventi recenti, dobbiamo guardare da vicino se i nostri strumenti siano sufficienti, se sono efficaci e se possiamo fare di più”, ha dichiarato Schaeuble, ministro delle finanze più influente della zona euro, quando arrivò per le trattative con i suoi omologhi Il blocco moneta di 19 paesi.

Schaeuble ha detto che ha dispiaciuto la disparità tra le norme nazionali e le regole europee molto più severe che si applicano solo ai più grandi finanziatori della zona euro.

“Dobbiamo avere una discussione su come possiamo cambiare questo in futuro”, ha detto.

Nel salvataggio, le due attività finanziarie dei due finanziatori falliti devono essere venduti a Intesa Sanpaolo, la più forte banca dell’Italia, per un prezzo simbolico di un euro.

La scorsa settimana anche Bruxelles ha approvato il salvataggio di un’altra banca italiana in difficoltà, Monte dei Paschi di Siena (BMPS), in un accordo di 5,4 miliardi di euro.

I critici dicono che i salvataggi sono in contrasto con lo spirito delle regole comunitarie che hanno lo scopo di proteggere i contribuenti dal sbarco con il prezzo dei fallimenti bancari.

“Abbiamo bisogno di una situazione in cui tutti seguano le regole”, ha detto il ministro austriaco di finanza Hans Joerg Schelling prima che i ministri dovessero esaminare il salvataggio con i funzionari dell’UE.

Il capo dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha dichiarato che la zona euro presenterebbe nuove proposte sulla cosiddetta unione bancaria dell’UE entro la fine dell’anno.

“Ci sono enormi problemi (in Italia) e dobbiamo assicurarci che questi problemi non si verifichino in futuro”, ha dichiarato Dijsselbloem, che è anche ministro delle Finanze olandese.

Termini di servizio