Sign in / Join

Tesla, l’Australia per trasformare 50.000 case in generatori di energia

Ⓒ AFP – DAVID MCNEW – | South Australia prevede di collaborare ancora con Tesla di Elon Musk che ha già costruito la batteria più grande del mondo nello stato

Circa 50.000 case nel Sud dell’Australia riceveranno pannelli solari e batterie Tesla, il governo dello stato ha annunciato domenica, in un piano storico per trasformare le case in una gigantesca centrale elettrica interconnessa.

L’Australia Meridionale è già sede della batteria più grande del mondo in un progetto guidato da Elon Musk per fornire elettricità a più di 30.000 case.

Da allora il governo statale sta cercando altri modi, in particolare attraverso le rinnovabili, per affrontare i suoi problemi energetici dopo che una tempesta “senza precedenti” ha provocato un blackout a livello statale nel 2016.

Con un nuovo piano presentato domenica, una rete di pannelli solari collegati alle batterie ricaricabili sarà fornita gratuitamente alle famiglie e finanziata dalla vendita di elettricità in eccesso generata dalla rete, ha detto il governo.

“Il mio governo ha già consegnato la batteria più grande del mondo, ora forniremo la più grande centrale virtuale del mondo”, ha dichiarato il premier statale Jay Weatherill in una nota.

“Useremo le case delle persone come un modo per generare energia per la rete del South Australia, con le famiglie che partecipano beneficiando di significativi risparmi nelle loro bollette energetiche”.

Una fase di prova inizierà con 1.100 proprietà immobiliari pubbliche, ciascuna fornita con una batteria Tesla da 5kW a pannelli solari.

Dopo il processo, i sistemi saranno installati in ulteriori 24.000 proprietà di alloggi pubblici prima che lo schema venga aperto ad altri sud australiani nei prossimi quattro anni.

Il governo è anche pronto a cercare un rivenditore di energia per fornire il programma per aggiungere più concorrenza al mercato.

Il rollout sarà sostenuto dal governo statale attraverso una sovvenzione di Aus $ 2 milioni (US $ 1,6 milioni) e un prestito di Aus $ 30 milioni da un fondo di tecnologia rinnovabile del contribuente.

Tesla ha dichiarato in una dichiarazione all’AFP che la centrale elettrica virtuale avrebbe 250 megawatt di energia solare e 650 megawatt di stoccaggio della batteria.

“Nei momenti chiave, la centrale elettrica virtuale potrebbe fornire la stessa capacità di una grande turbina a gas o centrale a carbone”, ha aggiunto la società.

L’Australia è uno dei maggiori produttori mondiali di carbone e gas, ma il blackout del South Australia ha sollevato dubbi sulla sua sicurezza energetica.

Diverse vecchie centrali elettriche a carbone sono state chiuse, mentre la forte domanda di esportazioni di gas e l’aumento dei divieti di trivellazione del gas a terra hanno alimentato i timori di una incombente carenza di energia domestica nei prossimi anni.

Oltre il 60 percento della produzione di elettricità in Australia proviene dal carbone, con il 14 percento da fonti rinnovabili, secondo i dati del governo pubblicati nel 2016.

Termini di servizio