Sign in / Join

I risultati di Kering sono tutti Gucci

Ⓒ AFP/File – TIZIANA FABI – | Gucci ha aiutato la sua casa madre a registrare vendite record nel 2017

Crescita esplosiva a Gucci ha contribuito a spingere il gruppo di lusso francese Kering a un nuovo record nel 2017, raddoppiando i profitti netti e inviando vendite superiori a 15 miliardi di euro.

Con le sue scuderie di marchi di lusso che comprendono anche Yves Saint Laurent, Bottega Veneta, Balenciaga e Brioni, le vendite complessive di Kering sono aumentate di oltre il 25 percento rispetto allo scorso anno.

Ammonta a 15,5 miliardi di euro (19,1 miliardi di dollari), anche le vendite hanno superato le previsioni di 15,35-15,38 miliardi di euro dagli analisti intervistati da Factset e Bloomberg.

“Kering ha realizzato un anno fenomenale nel 2017”, ha affermato l’amministratore delegato Francois-Henri Pinault.

“Abbiamo creato oltre tre miliardi di euro di entrate aggiuntive in un solo anno e abbiamo generato più di un miliardo di guadagni aggiuntivi prima di interessi e tasse.

L’utile netto è salito a 1,78 miliardi da 819 milioni di euro nel 2016.

L’utile operativo è salito del 56% a 2,9 miliardi di euro, mentre il margine operativo è salito al 19%.

“Gucci, la cui performance è stata a dir poco spettacolare, sta amplificando la sua desiderabilità in tutti i mercati”, ha affermato Pinault.

Le vendite del marchio italiano di moda e pelletteria di lusso sono aumentate di quasi il 45%, superando per la prima volta il marchio da sei miliardi di euro e rappresentando oltre un terzo delle vendite totali del gruppo.

Le vendite a Yves Saint Laurent sono aumentate del 25%.

Le vendite nella divisione lusso hanno superato per la prima volta 10 miliardi di euro.

Kering ha recentemente annunciato che intende diventare un giocatore di lusso puro e distribuirà la maggior parte della sua partecipazione nel produttore di abbigliamento sportivo Puma agli azionisti.

Le vendite del marchio del gatto saltatore sono aumentate di quasi il 16% lo scorso anno a oltre quattro miliardi di euro.

Le azioni di Kering sono calate di quasi il 2% nelle contrattazioni iniziali, con un tiro del 3,6% più alto il giorno prima, mentre il mercato di Parigi era in calo di circa lo 0,2%.

Termini di servizio