Sign in / Join

La riforma della moneta unica dell’UE non sarà “perfetta”: Moscovici

Ⓒ AFP – DANIEL ROLAND – | Mentre l’area di valuta a 19 nazioni emerge finalmente da anni di crisi, in molte capitali dell’Eurozona c’è un accordo che deve essere rafforzato per migliorare le future tempeste economiche

Il commissario per gli affari economici dell’UE Pierre Moscovici ha dichiarato che domenica non si aspetta un accordo “perfetto” sulla riforma della moneta unica in occasione del vertice UE di giugno.

“Non otterremo tutto, non avremo un accordo perfetto, ma se ci saranno progressi nella gestione delle crisi, nella capacità di combattere gli shock … avremo fatto un grande passo avanti”, ha detto alla radio francese RFI su alla vigilia di una riunione dei ministri delle finanze dell’UE a Bruxelles.

Mentre l’area di valuta a 19 nazioni emerge finalmente da anni di crisi, in molte capitali della zona euro c’è un accordo che deve essere rafforzato per superare meglio le future tempeste economiche – ma non tutti i paesi concordano sul modo migliore per farlo.

Moscovici ha dichiarato che “l’effettiva finestra di opportunità” è stata aperta lo scorso anno con l’elezione del presidente riformista Emmanuel Macron.

Il leader francese ha definito una visione ambiziosa per le riforme europee, incluso avere un budget separato per la zona euro e un ministro delle finanze.

Ma la finestra “probabilmente chiuderà” in vista delle elezioni del Parlamento europeo del prossimo anno, ha detto Moscovici.

La “grande coalizione” di sinistra-destra raggiunta nella centrale elettrica dell’UE, la scorsa settimana, tra il cancelliere Angela Merkel ei socialdemocratici sostiene cautamente le proposte di riforma di Macron.

Ma Moscovici, ex ministro delle finanze francese, ha detto domenica che mentre era a favore di un “vero bilancio della zona euro … sappiamo che non ce l’avremo”.

Ha detto che sperava comunque “facciamo i primi veri passi avanti” al summit di giugno.

Termini di servizio